Le "rune" sono segni di scrittura nell'alfabeto dei popoli nordici e gli elfi i piccoli geni dell'aria nella mitologia nordica. Come Elfa desidero comunicare parole di saggezza, pace e solidarietà fra i popoli, aiutare le persone a ritrovare se stesse, ad avere più autostima e a vivere meglio la loro vita. Occorre iniziare e terminare la giornata con un sorriso. Amare sempre appassionatamente l'esistenza e le persone che incontri sul tuo cammino.

mercoledì, aprile 05, 2006

Insieme per la pace

La terra ha bisogno di aiuto perché il nostro è un pianeta in crisi. A Firenze a “Terra Futura”, mostra convegno internazionale per le buone pratiche di sostenibilità, per tre giorni migliaia di visitatori si sono accalcati per visitare gli innumerevoli stand di prodotti biologici, commercio equosolidale, banca etica, editoria specializzata, prodotti di riciclaggio, bioarchitettura, detersivi e giocattoli non inquinanti, organizzazioni di volontariato, rappresentanze di regioni, comuni, città…
Sul programma una riflessione di E.F. Schumacher: “Il nostro compito è guardare il mondo e vederlo intero, occorre vivere più semplicemente per permettere agli altri semplicemente di vivere”, un invito a sprecare di meno, a economizzare beni importanti come l’acqua e a condividere le risorse.
A ogni ora dibattiti, conferenze, tavole rotonde sugli argomenti più disparati, ma con un unico obiettivo: migliorare la qualità di vita degli uomini rispettando la terra e diminuendo il divario fra i paesi poveri e quelli industrializzati. Giunta alla terza edizione la rassegna ha avuto un’affluenza di pubblico considerevole, nel piazzale molti bambini felici di vedere mucche, pecore con agnellini e asinelli che si lasciavano docilmente cavalcare e accarezzare, ma anche tanto chiasso e brusio.
Un’oasi di tranquillità nella Sala Ottagonale dove gli amici del “Tempio per la Pace” hanno organizzato uno spazio di spiritualità, meditazione e preghiera interreligiosa sul tema: Insieme per la pace. Sono stata felice di ascoltare tante testimonianze fra cui gli amici Paolo Coccheri, Antonella Lumini, Giulia Bolton Holloway e Marco Romoli, presidente dell’Associazione “Un Tempio per la Pace”.
Il momento più intenso ed emozionante è stato l’incontro con Padre Alex Zanotelli, missionario comboniano, che ha entusiasmato tutti con le sue parole dirette al cuore della gente. Ha esordito dicendo che la bellezza era nel trovarsi riuniti insieme, persone appartenenti a religioni diverse, la ricchezza delle diversità. Nella nostra società il volto è negato, ma ci si arricchisce solo nello scambio di esperienze personali, nell’entrare in contatto con il volto dell’altro. “Per essere volto occorre impegnarsi per il volto degli altri e vivere le diversità della vita, il mio cammino di vita è stato profondamente missionario, ma se il missionario non è convertito non vale e la conversione si attua quando riesci a spaccare il tuo io e le tue mura e incontri l’altro che è diverso da te”.
Gli incontri più belli della sua vita sono stati con gente di altre religioni, “l’altro è la ricchezza ed è ricco per te perché differente da te. Non ci si incontra mai per caso, ogni incontro nella vita è un mistero, ci si trova insieme e ci si tocca vicendevolmente…Nei miei momenti di lucidità mentale mi domando: chi sono io? Ma chi sono io esiste in relazione con gli altri… Ognuno di noi è un volto unico e irripetibile”.
Purtroppo nella nostra società attuale abbiamo una cultura massificante e occorre riscoprire invece l’unicità di ciascuno di noi, senza però trasformarci in atomi perché “l’atomo è solitudine”. Dobbiamo incontrare il volto del fratello e della sorella “non sopportarci o tollerarci, ma trovare la ricchezza dell’altro”, poiché “non c’è umanità se non al plurale”. Occorre riscoprire quella che il vescovo Tonino Bello chiamava “la convivialità delle differenze”. Anche nella ricerca di Dio abbiamo bisogno di confrontarci con gli altri perché nessuno possiede in assoluto la verità, ognuno però la ricerca e occorre prendere dalle altre culture ciò che hanno costruito sulla via della verità: “Dio non si possiede, non si possiede la verità”.
Tante sono state le suggestioni lasciate da Padre Zanotelli, i suoi racconti dell’esperienza in Africa, il messaggio di speranza lasciato alle donne che hanno una grande ricchezza nella loro essenza più profonda: la tenerezza, “se vince l’impero è il patriarcato, il maschilismo, oggi ci vuole la donna e la sua tenerezza”.
Non potevano mancare le accuse per la situazione odierna dove non si può andare in giro come se nulla fosse, senza pensare alla crisi incredibile del Sud del mondo dove i poveri sono sempre più poveri, senza preoccuparsi di una crisi ecologica che non ha precedenti, con un pianeta dove la vita rischia di finire e allora, allora bisogna agire. Il compito di un predicatore non si basa solo su fede, speranza e carità, si potrebbe dire che deve avere coraggio, ma dire “coraggio al giorno d’oggi non è abbastanza provocatorio, oggi ci vuole temerarietà e una santa collera, collera per la giustizia che è prostrata nelle strade, collera per il saccheggio della terra, collera per i bambini che muoiono di fame, collera per la follia del militarismo…”.
Il messaggio è chiaro, anche per essere sostenitori della pace occorre agire con temerarietà, diamoci da fare: il futuro della terra è anche nelle nostre mani.

12 Comments:

Anonymous LadySoul said...

Buongirno Elfa,
Molto belle le tue parole. Soprattutto quando dici che ognuno di noi è unico ed irripetibile. Credo anch'io attraverso la diversità si possa imparare parecchio!
Anche a Lugano, da molti anni, fanno una fiera simile, immagino, però, in dimensioni più ridotte. I primi anni era molto bella, ma col passare del tempo è diventato un commercio e, in parte, ha perso la sua vera natura!
Un abbraccio e a presto
LadySoul

9:37 AM

 
Anonymous luigi said...

La manifestazione TERRA FUTURA per me è stata bella perché mi sono sentito meno solo e circondato da gente equa e solidale.
Il TEMPIO DELLA PACE, materializzatosi nella splendida sala ottagonale della Fortezza da Basso, è stato un posto - fisico e mistico insieme -
lontano dalla calca, dove riflettere e capire che non tutto è orari-scadenze-lavoro-divertimento-acquistare-consumare.
[E pensare che quello splendido spazio tra pochi giorni sarà 'usato' da ben altra manifestazione...artigianale!]
Le religioni sono tutte degne di rispetto.
Quando poi si incontrano persone come Paolo Coccheri e Giulia Bolton Holloway [due angeli metropolitani] e Marco Romoli [esempio fulgido di sensibilità-ecumenicità-umiltà] e si attinge alla fonte inesauribile di Padre Alex Zanotelli, esprimere i sentimenti provati con parole comuni diventa difficile.
Padre Alex è persona capace di scuoterci dalla nostra apatia consumistica.
Ci ha sgridato diffidandoci dal consumare acqua minerale, che significa una quantità enorme di denaro profuso in pubblicità.
Ci ha insegnato ad amare gli altri attraverso lo studio delle religioni.
In swahili non esiste la parola 'religione' anche perchè in Africa c'è un contatto diretto Dio/natura e la natura, in Africa, sa essere enormemente bella.
Ci ha raccontato del suo studio della religione musulmana, che ha saputo fargli toccare vette mistiche pari senz'altro alla nostra religione
[e perchè non dovrebbe essere così?].
Condividere è la parola chiave.
[E capire gli altri vuol dire mettersi in gioco ed entrare in crisi attraverso il superamento delle nostre convinzioni, attraverso una mediazione tra noi e gli altri]
Volto è la parola 'nuova'.
Testimoniare è la parola 'forte'.
Impedire che i beni essenziali - come l'acqua - vengano privatizzati è un esempio di 'lotta' per la libertà.
Le risorse di questo pianeta - ormai esausto - devono essere a disposizione di tutti e la SUA lotta per l'acqua nel rione Sanità a Napoli è un chiaro esempio di come ogni posto è missione.
A chi gli ha chiesto una 'ricetta' per cambiare la società, Alex Zanotelli ha detto semplicemente che bisogna entrare in un gruppo politico o religioso e - guardate - bastano poche persone - meno di dieci - per costringere le istituzioni a cambiare la loro politica [sbagliata].
Ha detto che non possiamo proibire ai nostri figli di comprare le NIKE ma se i nostri figli vivono a contatto con altri bambini, che fanno magari parte di un 'gruppo' come quello di cui abbiamo parlato sopra, e questi bambini non hanno le NIKE, i nostri bambini capiranno che le NIKE non sono necessarie.
Quando poi ha detto in conclusione che BEPPE GRILLO è una persona giusta, esempio di come ci si deve comportare, beh! allora l'ho salutato dicendogli che - citando Beppe, che io ammiro profondamente - è come se mi avesse tirato dentro con tutto me stesso, senza che nemmeno il mio blog preferito ne restasse fuori!

Aspetto con ansia la trascrizione della registrazione dell'incontro.
Grazie, Francesca. Mi sento più ricco nella mia 'povera' vita di tutti i giorni!

9:15 PM

 
Anonymous ALMA said...

Quello che più mi ha colpito, e che condivido, sono le parole "coraggio", "temeriarità" e "santa collera"...A te, Francesca, che un po' mi conosci, non dovrebbe sfuggire il motivo di questa mia affermazione! Tornando a "Terra Futura" mi auguro che ci siano spesso iniziative simili e che persone come Padre Zanotelli possano sempre esistere e avere l'opportunità di esprimere le loro idee. Auspico una "Terra Futura" libera e felice, "cieli nuovi e terra nuova", presto, molto presto.

11:36 AM

 
Anonymous Adriana said...

Cara Elfa ho letto, come leggo sempre con molta attenzione ciò che scrivi, il tuo " Insieme per la Pace".
Al di là della presa di coscienza della situazione della nostra terra e dell'impossibilità di esimerci dall'offrire un proprio contributo per migliorarla, è facile capire, anche attraverso le profonde parole di Padre Zanotelli, quanto il vero grosso nostro problema faccia capo all'umanità stessa o meglio al suo comportamento.
Ed è proprio con la mancanza di forza e di coraggio ( ci vogliamo aggiungere egoismo etc. etc......? ) che siamo riusciti a tradire non solo tutto ciò che ci circonda, ma soprattutto noi stessi !
E' difficile tornare sui propri passi , ma non imposibile; quindi dobbiamo "provarci, provarci "...!!!
Avere la consapevolezza, spesso anche l'umiltà di guardare negli occhi le persone che ci circondano e con le quali ogni momento della giornata condividiamo entusiasmi, delusioni, sorrisi, bronci... e capire quanto sia positiva l'unicità di ognuna, ci aiuterebbe a diventare ancora più grandi di spirito ma soprattutto di testa.
La voglia di farcela e di esserci ci può dare questa forza.
Con ottimismo
Adriana

8:10 PM

 
Anonymous LadySoul said...

Ciao Elfa,
sono passata per un saluto e aguruarti una buona settimana.
Un abbraccio
LadySoul

4:43 PM

 
Anonymous Ragazze f & b said...

La Pasqua è simbolo di PACE e RESURREZIONE,auguriamo a tutti i lettori del blog di Elfa di trascorrere momenti felici in compagnia delle persone che amate... portate sempre con voi la gioia e scacciate la tristezza...approfittate dei giorni di festa per riscoprire la natura e per rivedere gli amici ...
Auguri a tutti da parte delle ragazze del corso di F& B amiche di Elfa

1:22 PM

 
Anonymous LadySoul said...

Ciao Elfa,
grazie per la visita! Auguro anche una Pascqua serena!
Un abbraccio
LadySoul

4:07 PM

 
Anonymous Irago said...

Sono tornatooooooo!!!

7:22 PM

 
Anonymous Baby said...

Mi piace questo post, gli spunti di riflessione che mi dai. Grazie Elfa. Un caro saluto e buona Pasqua a te.
Baby

9:43 PM

 
Anonymous Adriana said...

Cara Elfa con i miei più cari auguri per le feste pasquali eccoti una frase di Paulo Coelho che amo molto e la dedico a tutti i lettori del tuo blog:
"Il mondo è nelle mani di coloro che hanno il coraggio di sognare e di correre il rischio di vivere i propri sogni. Ciascuno con il proprio talento".
Un abbraccione Adriana

1:30 PM

 
Anonymous Irago said...

Sono contentissimo che tu non ti sia scordata di me!...Grazie di cuore..!:*

1:20 AM

 
Anonymous LadySoul said...

Ciao Elfa,
grazie per la poesia!
Un abbraccio
LadySoul

9:46 PM

 

Posta un commento

<< Home